Vuoi conoscere come può crescere e svilupparsi

l’intelligenza di tuo figlio?

Perché conoscendo la sua capacità di apprendere e di problem solving si può esplorare il suo potenziale di apprendimento

AFFIDATI AL METODO FEUERSTEIN

DA DOVE SI COMINCIA?

Con la Valutazione del Potenziale di Apprendimento

(LPAD e Dinamyc Assesment)

Una volta fatta la valutazione, a seconda delle caratteristiche della intelligenza di tuo figlio, il lavoro sarà mirato a sviluppare la sua intelligenza cognitiva e anche relazionale con gli strumenti del metodo Feuerstein.

Cosa è la valutazione dinamica dell’intelligenza di tuo figlio e come si svolge:

La Batteria per la Valutazione del Potenziale di Apprendimento (Learning Potential Assessment Device), messa a punto dal Prof. Feuerstein, ha come obiettivo:

  • la valutazione della modificabilità del soggetto e del suo potenziale di apprendimento, piuttosto che del suo livello cognitivo di funzionamento manifesto attuale.

Si basa sul principio che l’uomo è un sistema aperto, suscettibile di cambiamenti e modificazioni indotti dall’ambiente e che, quindi, l’intelligenza è un processo dinamico di autoregolazione in risposta all’intervento dell’ambiente esterno.

L’LPAD è un sistema diagnostico rivolto ad individuare non solo le funzioni cognitive carenti, ma soprattutto le potenzialità dell’individuo. Ogni singola prova è da Feuerstein utilizzata all’interno di una sequenza costante che vede sempre alternati il momento della misurazione e l’occasione di apprendimento: il test è così praticamente una lezione che può durare alcune ore.
Ci sono tre tipi di trasformazioni o cambiamenti che avvengono nel processo della valutazione: trasformazione degli stimoli, trasformazione del mediato, trasformazione del mediatore. Questo proprio per sottolineare che questo tipo di valutazione è un processo relazionale dinamico che vede coinvolti attivamente tutte le parti in causa nel processo.

Come si svolge:

L’intera Batteria L.P.A.D. è suddivisa in sessioni, ciascuna delle quali  caratterizzata da una diversa modalità di approccio e da un diverso obiettivo, sempre, tuttavia la procedura d’intervento risulta regolata dalla sequenza:

test – mediazione – post-test

con l’obiettivo non tanto di misurare  campioni di comportamento che siano rappresentativi di abilità specifiche, quanto di sviluppare dei comportamenti non ancora acquisiti dall’individuo, fornendogli un’occasione di apprendimento caratterizzata da un alto livello di strutturazione e di intenzionalità. Questa metodologia è particolarmente adatta per comprendere la qualità del processo cognitivo del soggetto, la sua percezione, la sua capacità di apprendimento e di probelm solving.

Per informazioni telefonare al 327 4027438 oppure 010 4550635.